Il fine settimana che verrá

Moglie del mio collega aspetta bambino
Collega deve sgomberare cameretta nuovo pargolo da ‘cose’
Collega regala una videocamera wireless
A casa c’è una rete wireless
A casa c’è un acquario
Stasera comincia il Week Ending

;)

Le torte di compleanno

E quest’anno abbiamo suonato la campana dei 35.

Ottima annata…

Abbiamo festeggiato? Alti e bassi
Torte di compleanno? 2

Una delle quali aveva i glitter e la foto di gruppo di alcune delle piu’ smaglianti principesse della Disney ( allegata foto )

complecaste2014

E il cane? Impermeabilizzato

20140301_151641

Il lavoro nuovo? Sorprendente come uno Wookie tha palpa Leila

450x355xwookie-palp.jpg.pagespeed.ic.IY_xxSKwIN

Si ringraziano nell’ordine anche se non capiscono l’italiano il team della Rackspace University e della Rackspace Academy composti in ordine sparso da: Uneeb, Danielle, Warren, Parm, Garry, Lenka, Emma e Kerry; grazie per la festa a sorpresa che mi ha quasi colto di sorpresa e per la torta al cioccolato e caramello (una torta al diabete).
Si ringraziano per la festa serale davvero a sorpresa con le principesse (quelle sulla torta) e glitter: Daniele, Mr aHale, Duncan H., Sushil ed il club della movie night che siccome era il mio compleanno mi ha fatto scegliere il film per la serata evitando votazioni e cazzi vari (ho scelto Ghostbusters per la cronaca).

Un grazie ai genitori, che mi hanno spedito un pacco pieno di ognibbenddiPORCO e formaggi e la Guendalina fidata macchina del pane da oramai anni, fortuna che non gli e’ servito il passaporto.

Si ringraziano poi tutti quelli che rimembrati dai network sociali o meno mi hanno fatto gli auguri, e quindi ancora grazie a Tommy, Alessio, Joni, Luisa, DiegOne, Fil, Il Campinoti, Vincenzo, Mr. Cipicchia, il Perry(ssin), il Pezza, la Sté, il Capitano Perno, My SIIIIstAAAAAAAAA, SaB, Noferio, Antonio, il commendatore PrimozF, il Nencio e lo Sheriffo Walterino.

Grazie! É stato ganzo, davvero, altrimenti non lo avrei scritto :)
E ve lo dico alle 11 di sera, masticando 2 salsicce che mi profumano di Suino Etrusco e pane Made in Guendalina @UK

Come mai una macchinetta del pane ha un nome?
Non lo so…

Girata la ruota…

Da una settimana sono passato al nuovo ruolo da insegnante a Rackspace, oggi ho la mia prima giornata face 2 face con i clienti per un corso sul Cloud in una venue fra il Tower Bridge e Tower of London.
Nervoso? Si.
Leggo le e-mail per passare il tempo mentre mi scaldo con un caffè tipo brodo.
Arriva la mail di logwatch dal server web, come al solito il classico fortune che la accompagna, salto i log dei brute force, delle connessioni rifiutate, spazio disco é ok, non ho ancora guardato i video di Gabriele.
Fortune di chiusura: “Let me put it this way: today is going to be a learning experience”
O bene bene, o male male

Wind-Inforstrada Il racconto di Natale – Wind-Inforstrada a Christmas story

Wind ed Infostrada, il racconto di Natale

Questa e’ una storia che comincia il 20 di Novembre, quando i primi spot di Natale con i soliti volti noti di Panariello e di Quell’Altra cominciano a circolare, offrendo connettivita’ e telefonate a tutti.
Succede che vicino a casa mia stiano costruendo un nuovo centro commerciale, e che probabilmente questi si siano abbonati a Wind – Infostrada con la conseguenza che gli sfortunati abbonati al medesimo operatore hanno cominciato a soffrire di alcuni problemi sulla linea.

- 20 di Novembre, i miei genitori alzando il telefono sentono le telefonate degli altri, e non possono telefonare, come quando in Italia si facevano gli abbonamenti in Duplex per pagare meno e si deve aspettare che quell’altro abbia finito di telefonare prima di poter fare un numero.
Un po’ anacronistico, ma funziona, cosi’ come i numeri di emergenza, viene chiamato il Supporto di Wind Infostrada per segnalare il guasto

- 21 di Novembre, chiama una persona sul numero di cellulare di mio padre, identificandosi come tecnico, borbotta qualcosa a proposito di un guasto esterno e che se ne sarebbero occupati in giornata, e lo faranno.
Dopo poco, la linea telefonica voce diventa inutilizzabile, un lungo e perentorio silenzio accoglie chi provera’ ad alzare il ricevitore.
Poco male, almeno il collegamento internet funziona ed e’ possibile raggiungere amici e familiari via e-mail o messaggistica, e ricaricare i cellulare senza dover per forza uscire di casao avere a che fare con lgi orari di apertura/chiusura durante le feste di Natale.

- dal 22 di Novembre al 22 di Dicembre seguono una serie di telefonate, almeno una a settimana, con il supporto tecnico per sollecitare la riparazione del guasto, purtroppo le persone del call-center sono completamente impotenti (o almeno cosi’ viene specificato) di fronte alle chiamate aperte presso i tecnici, ci dicono che si deve solamente aspettare che comincino a lavorarci, ma non vi preoccupate, perche’ Wind – Infostrada prevede un rimborso giornalliero di 5 Euro, sino ad un massimo di 100, per ogni giorno di servizio mancato.
Internet continua a funzionare, un po’ instabile per la verita’ con momenti di buio, ma continua a stare piu’ o meno online.
Oramai e’ un mese e passa che viene pagato un abbonamento al 50% inutilizzabile, ma che vuoi, siamo in Italia, non si puo’ davvero pretendere di avere un problema con un servizio e di averlo risolto in meno di 4 mesi no?
Si fa quindi di necessita’ virtu’ e si predispone un trasferimento di chiamata (MAI,MAI,MAI suggerito dal personale del call center in un mese) e dopo nemmeno 2 ore ci si rende conto che comunque, anche questa soluzione non funziona al 100%, da alcuni numeri di telefono fissi, viene infatti segnalato che il numero di casa mia, oramai in giro da 30 anni, e’ improvvisamente inesistente, semplicemente cancellato.

- 23 di Dicembre, in mattinata chiama un tecnico, che premuroso domanda se saremo in casa per la giornata, se l’ADSL funziona ancora, e se saremmo disponibili per un eventuale intervento al nostro domicilio, seguono le risposte SI, SI, SI, basta che ci levate da questa pessima situazione.
Lo so, potrebbe sembrare una barzelletta, ma al pomeriggio l’ADSL sparisce, fine delle comunicazioni, sembra quasi che ce lo facciano per dispetto :D

Ed ora siamo il giorno di Natale, solitamente casa mia e’ un continuo trillare di telefoni di amici/parenti che non mandano innumerevoli copia/incolla SMS, non fanno mass mailing di improbabili cartoline digitali/scannerizzate, semplicemente si mettono con la rubrica alla mano e chiamano tutti.
Semplicemente, come inghiottiti da un buco nero telefonico, quest’anno casa mia risultera’ inesistente.

Congratulazioni a Wind – Infostrada, continueremo ad essere vostri clienti, ma non perche’ siate i piu’ economici o quelli dalla migliore qualita’ di banda, ma perche’ il panorama degli operaori italiani ci terrorizza (voi compresi).
Perche’ non ce la sentiamo di aspettare 20, 30 o 40 giorni per un cambio di contratto ed un riallacciamento.
Continueremo ad essere vostri clienti perche’ vogliamo aiutarvi a migliorare quello che e’ il vostro attuale “dis-servizio clienti” e portarlo ad una, magari primitiva forma di “servizio-clienti”; saremo vostri ‘Detractors’ tutte le volte che farete qualcosa di enormemente sbagliato, saremo al contrario vostri ‘Promoters’ tutte le volte che il vostro Call Center potra’ finalmente essere addestrato a risolvere problemi, piuttosto che fornire incredibili scuse e prodigarsi in Extreme Mirrors Climbing.

———————————————————

Wind and Infostrada, a Christmas story

The story begins November 20, when the firsts Christmas ads began to circulate, with the promise to provide connectivity and phone calls to everyone.

What happens is that close to my house someone is building a new shopping center, and this new one will be probably subscribing to Wind – Infostrada with the unfortunate consequence for the ones on the same operator, who began to suffer from random problems on the land line.

- November 20, my parents start to hear someone else phone calls when trying to make a call, like in the 80′s when in Italy we had the Duplex subscriptions to pay less and you had to wait until the other part of the Duplex was leaving the line free before you could dial a number.
A little bit anachronistic, but it works, as well as the emergency numbers; my parents contacted Wind – Infostrada’s support in order to report the failure

- November 21 , a person identifying himself as a technician is calling my father on his mobile number, mumbling something about an external fault which probably they will be able to deal with it in a day, and they did.
After a while, the land line becomes unavailable, a long and peremptory silence welcomes those who will try to pick up the receiver.
Not bad, at least the internet connection works and it will be possible to reach friends and family via e-mail or social networks, and recharge the pay as you go mobile contracts without having to leave home and deal with the opening times during Christmas.

- From November 22 to December 22 we were trying to contact the Call Center many times, at least one at week, trying to encourage the technical support to repair the fault, unfortunately the people on the other side, are completely powerless (or at least is what they are saying) when they try to deal with the open issues on the technical side, we just need to wait for them to start working on it, but do not worry, Wind – Infostrada provides a refund of 5 Euro up to a maximum of 100 for each day of service failure (I am basically about to become rich, am I?).
Internet is still reachable, a bit unstable with moments of darkness, but continues to be more or less online.
Now it’s almost a month that we are paying for a service 50% unusable, but what do you expect? we are in Italy right? You can’t expect to have a problem fixed in less than 4 months right?
It matter of necessity we ask for a forward for the incoming calls on my father’s mobile number (NEVER , NEVER, NEVER suggested by the Call Center Operators ) and after less than two hours we realize that, even this solution does not work 100%, from some landlines , it is reported that the number, around since 30 years ago, is suddenly a non-existent number, simply deleted.

- December 23 , in the morning, an other person identifying himself as a technician is calling my father’s mobile again, asking if we are going to be at home for the day, if the internet connection still works, and if we would be available for a test directly from our house; YES, YES, YES, please try to solve this uncomfortable situation.
I know, it might sound like a joke, but in the afternoon the internet connection disappears as well as the land line, end of the communication, no more WWW.

And now we are on Christmas day usually interrupted by phone calls from friends/relatives who do not send countless copy/paste sms, do not mass e-mail postcards, they just pick up the phone and calls you, and this year, as simply as it seems, we have been swallowed by a telco-black hole, this year we will results as a non-existent house.

Congratulations then to Wind – Infostrada, we will continue to be your customers; not because you’re the most’ economic or because the best quality of the band, but because we are terrified by the Italian Telecoms ( including Wind – Infostrada ).
Because we do not feel the needs to wait 20, 30 or 40 days for changing contract and being reconnected.
We will continue to be your customers because we want to help you to improve your current customer dis-service and bring it to one, maybe primitive form of customer service, we will be your ‘Detractors’ every time you do something enormously wrong and we will be your ‘Promoters’ every time your Call Center will be finally trained to solve problems, rather than providing incredible excuses.

L’epilogo del 2013

Ahhh la polemica, quale periodo migliore se non la fine dell’anno per fare autocritica e critica in generale di tutto quello che e’ successo nell’anno appena trascorso??

Fine 2013, periodo ottimo per rotolare verso sud [cit. Negrita] dalla fredda Londra, e mi sto preparando ad una immersione totale fra amici e familiari, riprendere un po’ le fila degli eventuali discorsi rimasti in sospeso, e fare finta, per 18 giorni, di essere tornato alla prima casa, quella dove non devo ordinare birre in una lingua che non e’ la mia, o scontrarmi con un sistema di pesi e misure che non riesco a farmi entrare in testa.

Partiamo con i convenevoli ed i dati di fatto:
Il Natale non mi piace (lo devo dire per coerenza con gli anni precedenti)
La notte dell’ultimo dell’anno a volte mi piace :)
L’ultimo post l’ho fatto a Settembre; c’e’ un motivo, ma anche piu’ di uno.

Proseguiamo con le pagelle

Pagella obiettivi personali:
– Cominciato a mangiare con un pochino piu’ di criterio
– Palestra durante quasi tutto l’anno
– Non sto fumando piu’
– Sto bevendo molta meno birra
– Sto uscendo di casa piu’ di quanto facessi prima
– Dire “No” non e’ piu’ un problema
– Mandare le persone in culo non e’ piu’ un problema
Voto complessivo 8 (ci sono tante cose che si potrebbero fare ancora meglio)

Pagella obiettivi lavorativi:
– Non sono riuscito a prendere manco una certificazione (RHCSA o RHCA o MySQL o CCNA)
– Ho preso un paio di certificazioni interne a Rackspace (meh..)
– Ho cambiato di nuovo lavoro
– Ho contrattato il mio nuovo stipendio ed ho vinto un ulteriore aumento
– Smettero’ di lavorare la domenica
– Smettero’ di essere un tecnico con le mani in produzione :(
Voto complessivo 7 (sempre sotto organico nel mio team ma non mi sono nemmeno sforzato troppo per agguantare una certificazione)

Pagella obiettivi L4S:
– Ricominciato con le prove
– Ci siamo stupiti anche noi del fatto che si potesse fare
– Niente concerto, ma spero ci riproveremo nel 2014
Voto complessivo 10 (Siete/siamo uno spettacolo, sempre, a prescindere)
Parental advisory may contains anatomic [How To] La Phava

Tutto sommato direi una buona annata, non rilassante, non semplice, ma scandita da ritmi davvaro stretti e continue liste di cose da fare (oltre che 17 ore filate senza corrente).
Ci sono state davvero molte domande a cui rispondere e dubbi da chiarire, ma ce l’ho fatta, sembra, e sono arrivato a fine 2013 con la maggior parte delle caselle spuntate; pronto per partire con un nuovo anno, un nuovo lavoro (sempre in Rackspace) ed una nuova lista.

Cosa mi aspetto/aspetta nel 2014?
Spero finalmente una casa mia, tanti viaggi in UK (per lavoro e non), forse qualcosa anche intorno al mondo, qualche imprevisto, incazzarmi meno, tante serate fuori con gli amici/colleghi, ora che l’ho scoperto il http://aintnothinbut.co.uk/ , Pedro che mi va in America, Walter The Uzza che buba, Primoz che probabilmente mi andra’ ad abitare in centro, e tante tante altre avventure/disavventure oltre a continuare le buone abitudini ritrovate nel 2013.

Spero che ognuno di voi che state leggendo siate riusciti a crescere e divertirvi almeno un po’ durante questo anno, io l’ho fatto, spero di non aver spaccato l’anima a troppi e spero di rifarlo.

Ci si risente a breve, con i residenti in Toscana da oggi sino al 5 di Gennaio, con i Londinesi dal 7 di Gennaio in poi.

Fatevi tutti delle belle mangiate
Fatevi tutti delle belle vacanze
Matteo, John, Rastone, Dimmerda, Aleera, Castellani – aka El Glabro

MeandPedron